Sauté di verdure con gamberi per Mystery Basket




15 dicembre 2017

Eccomi con la terza ricetta per MYSTERY BASKET, il contest itinerante di LINDA vinto da CONSUELO  per i mesi di novembre e dicembre. QUI trovate tutte le regole se volete partecipare anche voi!




Il cestino di Consu contiene questi 10 ingredienti:

CAVOLI E BROCCOLI
ZUCCA
FRUTTA SECCA A GUSCIO (noci, nocciole, mandorle...)
CIOCCOLATO FONDENTE
MELA
ANANAS
GAMBERI
RISO INTEGRALE
MIELE
MIGLIO (chicchi o farina)

Per quest'ultima ricetta ne ho usato quattro!




SAUTE’ DI VERDURE CON GAMBERI MARINATI AL MARTINI DRY   

200 g di polpa di zucca
2 finocchi
200 g di cimette di broccolo
1 mela Granny Smith
1 cipolla bianca piccola
1 manciata di mandorle a lamelle
400 g di gamberi sgusciati
Martini dry q.b.
olio EVO, sale
brodo vegetale

Sciacquate i gamberi e metteteli in una ciotola con un filo d’olio e un bicchierino di Martini, coprite con la pellicola e fate rinfrescare per 30 minuti. Tagliate la zucca a dadini, pulite il finocchio e tagliatelo a spicchi sottili, pulite la cipolla e affettatela, quindi mettete tutte le verdure, tranne la zucca, in una padella con qualche cucchiaio d’olio e fate rosolare. Bagnate con poco brodo e dopo circa 10-15 minuti unite la zucca e la mela, sbucciata e affettata a spicchi non troppo sottili. Portate a cottura mantenendo sempre umido. A fine cottura regolate il sale e cospargete con le lamelle di mandorle. Saltate i gamberi, scolati dalla marinata in una padella antiaderente, salando leggermente. Servite le verdure ben calde con i gamberi.
 



A presto e buon week end a tutti!

Il menù rosso-oro




13 dicembre 2017

Eccoci all'appuntamento di IDEA MENU' che per le feste sceglie i colori rosso e oro e non poteva essere altrimenti! Nei paesi nordici oggi si festeggia Santa Lucia, per omaggiare la luce in uno dei giorni più corti dell'anno.




Ma venite a vedere cosa vi abbiamo preparato.

L'antipasto è da Paola: antipasto rosso oro
Il primo è da Linda: risotto allo zafferano con speck croccante
Il secondo è da Sabrina: arista al latte con zafferano e melograno
Il dolce è qui: mousse di yogurt greco alle fragole  
La 5° portata è da Laura: pane alla curcuma






MOUSSE DI YOGURT GRECO ALLE FRAGOLE       

6 fette di pan brioche
300 g di fragole
250 g di yogurt greco
200 g di ricotta piemontese (seiras)
3 cucchiai di zucchero semolato
1 cucchiaio di succo di limone

Tagliate il pane con due coppapasta ricavandone 4 dischi grandi e 4 più piccoli. Fatele dorare nel tostapane. Lavate le fragole, eliminate il picciolo e tenetene da parte 4 per la decorazione. Affettate le altre e mettetele in una casseruola con lo zucchero semolato, il succo del limone e 3 cucchiai d’acqua. Cuocete fino a che il liquido si addensa quindi passate al mixer ottenendo un puré grossolano. Lavorate con le fruste lo yogurt e la ricotta finché saranno soffici e leggermente montati. Mettete sul fondo di quattro bicchieri i dischi piccoli di pane e coprite con la mousse di yogurt, quindi con il puré di fragole. Ripetete gli strati e terminate con un fiocchetto di mousse. Decorate con i dischi grandi di pane e con le fragole rimaste. Servite fresco.




Torniamo il prossimo mercoledì con il menù delle feste e per lasciarvi i nostri auguri, a presto!

LIGTH & TASTY: le lenticchie




11 dicembre 2017

Buongiorno amici, eccoci alla seconda uscita di dicembre della nostra rubrica LIGHT & TASTY. Oggi vi proporremo piatti con le lenticchie, che in queste feste, soprattutto a capodanno, la fanno da padrone!




Allora, sedetevi a tavola con noi!


Con qualche piccola modifica, questa ricetta arriva da Sale & Pepe. Un antipasto perfetto 😋




ROSTI DI LENTICCHIE ROSSE CON CAPESANTE     

1 patata
1 scalogno
80 g di lenticchie rosse
1 tuorlo
8 noci di capesante
8 foglie di salvia
4 fette di prosciutto crudo
500 ml di brodo
olio EVO, sale

Lessate la patata in acqua e sale, quindi scolatela e schiacciatela con una forchetta. In una pentola fate appassire lo scalogno tritato con 3 cucchiai di olio, unite le lenticchie ben lavate, fatele insaporire, quindi coprite con il brodo caldo e cuocete coperto per 10 minuti. Le lenticchie dovranno essere asciutte e un po’ al dente. Mescolatele con la patata, il tuorlo e il sale necessario. Mettete un po’ d’olio in una padella antiaderente, unite il composto di lenticchie in 8 cucchiaiate che schiaccerete un po’ con dorso di un cucchiaio. Cuocete i rosti 2 minuti per parte, quindi toglieteli e teneteli al caldo. Lavate le capesante, copritele con una foglia di salvia e avvolgetele in mezza fetta di prosciutto, rosolate velocemente nella stessa padella in cui avete cotto i rosti. Adagiate ogni capasanta su un rosti e servite subito.




Buona settimana alla prossima!

Quanti modi di fare e rifare lo zelten




10 dicembre 2017

Ciao a tutti, oggi ci siamo riunite nella cucina della Cuochina per preparare un buonissimo dolce trentino: lo zelten.
Volevo però preparare quacosa di più veloce rispetto alla ricetta fornitaci dalla Cuochina e così cercando in rete ho trovato che in Sud Tirolo lo zelten viene confezionato in forma di grosso biscotto da regalare a Natale.  
Ho seguito allora la ricetta di Giallo Zafferano e ho prodotto quello che troverete qui sotto. I miei piccoli zelten serviranno come segnaposto a tavola e come fermapacco goloso per i regali.
 



ZELTEN SUDTIROLESE   

150 g di fichi secchi morbidi
100 g di uvetta sultanina
40 g di pinoli
50 g di mandorle pelate
50 g di gherigli di noce
30 g di cedro candito
la scorza di ½ arancio e la scorza di ½ limone non trattati
1 bicchierino di cognac o rum
35 g di miele millefiori
25 ml di vino bianco
½ cucchiaino di cannella
½ cucchiaino di chiodi di garofano macinati
½ cucchiaino di noce moscata

per l’impasto
80 g di farina 00
60 g di farina integrale
½ cucchiaio di olio di riso
75 ml di acqua tiepida
½ cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino di miele + un po’ per la decorazione

Tagliate i fichi a cubetti e metteteli in una ciotola con l’uvetta, bagnate con il liquore e lasciate riposare affinché il liquido venga assorbito. Sminuzzate intanto e noci e tagliate le mandorle a filetti. Quando la frutta avrà assorbito il liquido unitevi noci, mandorle, pinoli, la buccia grattugiata del limone e dell’arancio, la noce moscata, la cannella, i chiodi di garofano e il miele che avrete fatto sciogliere con il vino a fuoco basso. Mescolate bene, quindi coprite la ciotola con la pellicola e fate riposare tutta la notte in frigo.
Il giorno dopo sbriciolate il lievito nell’acqua tiepida e unitevi il cucchiaino di miele, quindi fate riposare una decina d minuti. Setacciate le farine in una ciotola, unitevi l’olio e il lievito e impastate. Fate una palla, mettetela in una ciotola infarinata, coprite con la pellicola e mettete a lievitare finché non avrà raddoppiato di volume. Versate sulla spianatoia la frutta secca, senza il liquido se ne fosse rimasto e tenendone da parte un paio di cucchiai, e mettetevi sopra la pasta lievitata, quindi lavorate il tutto, finché avrete un impasto omogeneo. Stendetelo a uno spessore di circa 2 cm e con dei tagliabiscotti ricavate dei grossi dolcetti. Spennellate gli zelten con qualche cucchiaio di miele sciolto sul fuoco e fate riposare per 30 minuti. Ricoprite con la frutta secca tenuta da parte, spennellate ancora con il miele, quindi disponete i dolcetti sulla placca rivestita di carta forno e cuocete a 160° per 40 minuti circa. Sfornate e fate raffreddare. Avvolgete i biscotti nella pellicola e fateli riposare 10-15 giorni prima di consumarli.




A questo punto non posso che ringraziare la Cuochina, Anna e Ornella, perché mi hanno permesso di scoprire questo meraviglioso dolce e di realizzarlo un po' diversamente. 
Auguri a tutti, alle mie compagne di cordata e alle splendide organizzatrici di questa rubrica. Torneremo il 14 gennaio con i gnocchi alla romana. E per tutto il prossimo anno ci dedicheremo ai primi piatti regionali. Perciò continuate a seguirci.

Alla Cuochina, impareggiabile come non mai, tutto il mio affetto e tantissimi auguri!