Involtini alle nocciole per Stagioniamo




22 novembre 2014

Ciao amici, il mio we scorre velocissimo e mi ritroverò lunedì che avrò fatto meno della metà delle cose che pensavo di fare :( Però la casa è andata un po' avanti e finalmente lunedì prepareranno i muri e poi faranno i pavimenti. Il bagno invece è indietrissimo... la verità è che comunque non ci andrò per Natale, ma dopo Capodanno. Voglio vederla come tempo in più per svuotare il vecchio appartamento, ma potevo anche darmi una mossa, accidentaccio!!! 

Comunque stamattina si è presentata così, ma a parte queste due stanze, il resto è ancora uno sfacelo.




Vi posto una ricetta, che è meglio: è un secondo molto appetitoso che mi cade proprio a fagiolo per il contest di TERRY, MARZIA, FEDERICA e LUNA, le quattro blogger di STAGIONIAMO. 




  
INVOLTINI DI LONZA ALLE NOCCIOLE

400 g di lonza di maiale affettata sottilmente
2 manciate di mollica di pane
1 ciuffo di prezzemolo
1 spicchio d'aglio
30 g di nocciole
2 cucchiai di grana grattato
qualche foglia di salvia
latte
vino bianco secco
olio, sale

Ammorbidite la mollica nel latte, quindi strizzatela e mescolatela con il prezzemolo e l'aglio tritati, le nocciole tritate grossolanamente, il grana e un pizzico di sale. Farcite le fettine, arrotolatele e legatele con un giro di spago. Rosolate gli involtini con poco olio, sfumateli con il vino e quando sarà evaporato unite le foglie di salvia e portate a cottura unendo poca acqua.






Ora guardo un po' di tele, intanto sogno il letto, ma magari in una stanza diversa con le pareti rosa tenue e due grandi finestre e il quadro dell'angelo Ariel che ora è qui sopra e protegge il mio sonno...

Buona domenica, ci vediamo lunedì con LIGHT & TASTY.

Aussie shrimps ovvero gamberi grigliati: siamo in Australia!!!




21 novembre 2014

Un'estate di un po' di anni fa, ho passato 5 settimane in Australia, l'ho girata in lungo e in largo, 13.000 chilometri in fuoristrada, da Brisbane a Sidney, prima in direzione nord, poi ovest e poi sud.  Tranne Western Australia, tutte le altre province sono state attraversate e assaporate, in un avventura incredibile e irripetibile.




Oggi voglio portarvi nel Queensland. Il nostro viaggio è iniziato da Brisbane, verso nord lungo la Sunshine Cost, per arrivare a Frazer Island l'isola di sabbia.






Dopo tre giorni di campeggio, fuori dal mondo, ancora verso nord e verso la barriera corallina, ma prima giro in barca a vela alle Withsunday Islands. In quei giorni ho visto per la prima volta la Croce del Sud, splendente e inarrivabile, sopra la mia testa, lassù nel cielo dell'altra parte del mondo.




E poi Cairns e la barriera e ancora oceano...




E prima di puntare a ovest, tappa a Cape Tribulation e Cooktown, legate alle spedizioni di James Cook. Camminare sulla spiaggia fra palme e pini marittimi e altre piante che crescono invadenti fino all'acqua, è come giocare a "1, 2, 3, stella" per schivare le gallerie scavate dai granchiolini: la sabbia è morbida e calda e carezzevole come un grande velluto steso ad asciugare.





Il mio piatto preferito in questo periodo sono stati i gamberi alla griglia: ne portavano quantità industriali e li facevano pagare pochissimo. Erano buonissimi, si scioglievano in bocca e si accompagnavano a salsine di tutti i tipi. La migliore profumava d'arancia.

Allora ecco qui: enjoy!!!




AUSSIE SHRIMPS WITH ORANGE GINGER SAUCE 

400 g di gamberi già sgusciati
70 g di burro
1 arancia non trattata
2 cucchiai di sherry bianco
2 scalogni
1 cucchiaio di zenzero fresco grattato
sale alle erbe

Riunite in una piccola casseruola il burro, il succo e la buccia grattata dell'arancia, lo sherry, gli scalogni tritati finemente, e lo zenzero. Cuocete a fuoco basso, finché il burro sarà completamente sciolto. Tenete in caldo. Infilzate i gamberi su degli spiedini, quindi grigliateli, pochi minuti per parte. Spruzzateli con poco sale e serviteli ben caldi con la salsa.




Come avrete capito, l'Abbecedario Culinario è in Australia e HAALO è il nostro ambasciatore. Staremo là fino al 7 dicembre, raggiungeteci, ne vale la pena ;) anche perché là sta per arrivare l'estate!




Buon we amici, domani andrò a vedere a che punto è la casa, spero di avere qualche bella sorpresa che non mancherò di fotografare.

BACISSIMI!!!!

Gattò di patate




20 novembre 2014

Ciao a tutti, eccomi, mi sono presa due giorni di ferie per cercare di mandare avanti le cose e il risultato è stato che oggi ho corso come una matta; però sono riuscita a risolvere un po' di problemi, altri sono ancora lì come corvacci neri, ma conto di sparargli ;) così me li levo di torno una volta per tutte!!! Sono anche andata dall'oculista, perché ieri sera avevo gli occhi che parevano quelli di uno zombie. Una bella allergia alla polvere! Povera donna, quando finalmente sarò nella casa nuova conto di prendermi una solennissima sbronza, se qualcuno si vuole unire, è ben accetto.

E adesso ricetta. Trattasi del gattò di patate, un bellissimo piatto della tradizione campana che ho copiato da ANTONIETTA, la recipetionist di novembre. QUI la ricetta originale. Io ho sostituito il salame napoletano con la mortadella, perché proprio non sono riuscita a trovarlo. Per il resto è tale e quale e... buonissimo!!!


GATTO' DI PATATE

1 kg di patate a pasta gialla
200 ml di latte intero
300 g di mozzarella di bufala
4 uova
100 g di prosciutto cotto
100 g di mortadella
100 g di parmigiano
sale, pepe, prezzemolo
burro
pangrattato

Bollite le patate intere, con la buccia, in acqua salata. Quando saranno fredde sbucciatele e schiacciatele con l’apposito attrezzo o la forchetta. Tagliate a pezzi i salumi e la mozzarella, grattugiate il parmigiano e riunite tutto nella ciotola delle patate. Aggiungete le uova, il latte, il sale, il pepe e il prezzemolo tritato e amalgamate. Spalmate del burro sul fondo e i bordi di una pirofila, quindi spolverate con pangrattato, coprendo tutta la superficie. Versate l’impasto, livellatelo con il dorso di un cucchiaio, spolverate di pangrattato e infine completate con dei fiocchetti di burro. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per 30 minuti. Dopo 10 minuti dall’inizio della cottura abbassate a 170° e terminate. Fate riposare una mezz’oretta, prima di servire. 




 
La ricetta è per FLAVIA e il suo contest


 

Baci, a domani :)

Pane con farina integrale per Panissimo




18 novembre 2014

Ciao a tutti, il mio delirio personale continua, per fortuna ha almeno smesso di piovere e sembra che sarà bel tempo fino a domenica! Un pensiero in meno: vedere il sole è molto confortante. Per il resto, la casa va avanti con una lentezza esasperante, la mamma sta benino, ma richiede un'attenzione che non riesco a darle, il lavoro chiama e impegna con riunioni, lezioni, studenti, relazioni e quant'altro :(

Vi assicuro che anche cucinare è diventato uno sforzo immane, per quanto cerchi cose semplici da preparare, e c'è un ritornello schiacciante che mi gira per la testa: non ce la posso fare! Chissà quando riuscirò a tirare il fiato?

Allora un buon pane, che non c'è come impastare e vedere lievitare la farina che possa riempire di serenità.



PANE CON FARINA INTEGRALE

300 g di farina 0
100 g di farina integrale
15 g di lievito di birra
5 cucchiai di olio EVO
1 cucchiaino di sale grosso
1 pizzico di zucchero

Sciogliete il lievito in 50 ml di acqua tiepida con lo zucchero. Quindi impastate 40 g di farina 0 con il lievito e lavorate fino ad avere un composto morbido ed elastico. Fate una palla e sistematela sopra le due farine mescolate, coprite con un canovaccio e fate riposare per almeno 5 ore. Sciogliete il sale in mezzo bicchiere d'acqua. Lavorate il primo impasto lievitato incorporando lentamente tutta la farina, l'olio, 150 ml di acqua e l'acqua salata. Lavorate per almeno 15 minuti, aggiungendo poca acqua tiepida se l'impasto lo richiede, quindi mettete di nuovo a lievitare per circa 3 ore. Preparate poi un filone che spennellerete con un po' d'olio e inciderete con qualche taglio. Cuocete per circa 30 minuti a 220°.
 


La ricetta è per la carissima SANDRA e per PANISSIMO, che per questo mese è ospitato proprio da lei. La raccolta è nata anche grazie a BARBARA ed è gemellata con il blog polacco ZAPACH CHLEBA
 




Buona serata a presto!

LIGHT & TASTY: cucina in arancione!




17 novembre 2014

Buongiorno, torna come ogni lunedì la nostra rubrica LIGHT & TASTY colorata in arancione!


 

Ecco cosa abbiamo cucinato per voi:


Qui c'è una saporita pasta che da circa 275 calorie a porzione.


PASTA CON LA ZUCCA

320 g di pasta corta
400 g di zucca
1 cipolla
3 cucchiai di yogurt bianco intero
olio, sale

Pulite la zucca e affettatela, quindi tagliatela a bastoncino. Affettate la cipolla. Fate colorire le verdure con 1 cucchiaio d'olio, quindi portate a cottura aggiungendo acqua poco a poco. Quando saranno pronte unite lo yogurt e regolate il sale. Lessate la pasta, scolatela e padellatela con il sughetto.





Torno più tardi, ciao!

L'ITALIA NEL PIATTO: i doni del bosco




16 novembre 2014

Eccoci al secondo appuntamento mensile dell'ITALIA NEL PIATTO, che è dedicato ai doni del bosco: funghi, tartufi e castagne sono i protagonisti dei nostri post!




Ecco cosa vi offriamo


Valle d'Aosta: risotto alle castagne

Lombardia: foiade di castagne ai funghi porcini

Veneto: budin con la farina de maròn

Trentino-Alto Adige: crostatine ai funghi misti di bosco
 
Friuli-Venezia Giulia: strùcul di mont 

Emilia Romagna: tagliatelle di castagne con sugo di funghi 

Toscana: necci

Marche:  il tartufo e la 49° fiera nazionale del tartufo bianco di Acqualagna

Abruzzo: funghi all'abruzzese

Molise: zuppa di lenticchie di Capracotta e castagne

Lazio: frittelle di castagne e mele

Umbria: costolette d'agnello con roveja e tartufo 

Puglia: recchjetèdde e cardengiedde 

Basilicata: polpette al vino rosso con cardoncelli e lampascioni in agrodolce

Calabria: castagnaccio dei monti Reventino, Tiriolo, Mancuso

Sardegna: fregola con funghi e salsiccia ricetta sarda
 


Io vi ho preparato il sugo di funghi. Nei nostri boschi se ne trovano molti, quest'anno per la verità un po' meno del solito, prima ha fatto troppo caldo e dopo c'è stata troppa pioggia. Tuttavia sui banchi del Mercato Orientale, qualcosa c'è e tutto il profumo delle nostre valli del Ponente e del Levante si sprigiona appena sfiori i vellutati cappelli dei porcini. Il tocco de funzi si fa proprio con i porcini, anche quelli secchi, ma solo porcini! Ve lo offro con gli sformatini di polenta che lo racchiudono e ci si rotolano dentro.



TOCCO DE FUNZI

200 g di funghi porcini freschi
1 spicchio d'aglio
300 g di polpa di pomodoro
1 cipolla
olio, sale

Tritate aglio e cipolla e rosolateli nell'olio, quindi unite i funghi puliti e tagliati a pezzetti. Dopo qualche minuto aggiungete la polpa pronta e portate a cottura coperto. Alla fine regolate il sale.






 Ma anche le trenette ci si immergono volentieri!




Un grande abbraccio alla Sicilia di ANNA LISA e alla Campania di PASQUALE che non hanno potuto essere con noi.

Vi ricordo che le nostre ricette con i relativi link si trovano anche sul nostro BLOG.

Buona giornata, torno stasera!

Quiche al broccolo romano per Recipetionist di novembre




14 novembre 2014

Stasera vi posto una deliziosa quiche che arriva dritta dritta dal blog LA TRAPPOLA GOLOSA di Antonietta che è le recipetionist di questo mese. Ho scelto di copiare una torta salata, perché sapete che mi piacciono in modo particolare e spesso rappresentano il mio pranzo al lavoro. In questa poi c'è il broccolo romano, squisito frutto di stagione ;)
QUI c'è la ricetta originale. Io ho fatto una piccola modifica: dopo aver lessato il broccolo l'ho ripassato con un cucchiaio d'olio e quache filetto d'acciuga. Leggete sotto!


QUICHE AL BROCCOLO ROMANO

per la brisée
500 g di farina
200 ml di acqua
200 ml di olio di semi
sale

per il ripieno
1 broccolo romano
qualche filetto d'acciuga sott'olio
200 ml di panna fresca
4 uova
125 g di mozzarella di bufala
sale
pepe

Mettete la farina sulla spianatoia, fate la fontana, aggiungete l’acqua, l’olio e il sale. Incorporate lentamente la farina, poi impastate energicamente fino ad ottenere una consistenza omogenea e soda. Avvolgete l’impasto in una pellicola e lasciate riposare per un’oretta. Intanto dividete il broccolo a cimette, lavatelo e sbollentatelo per pochi minuti. Scolatelo e raffreddatelo sotto l’acqua corrente per conservare un colore brillante. Quindi ripassatelo con poco olio e le acciughe. Battete le uova, aggiungete la panna, il sale e il pepe. Stendete la pasta brisée, lasciandone da parte un po’ per la decorazione, e rivestite una tortiera, già rifasciata con la carta forno. Metteteci le cimette di broccolo in uno strato uniforme, versateci il composto di uova e panna, infine mettete la mozzarella spezzettata. Completare con strisce di pasta. Cuocete in forno preriscaldato a 170° per 35/40 minuti.





La ricetta è per il contest di FLAVIA




Buona serata a tutti, vi ricordo l'appuntamento con L'ITALIA NEL PIATTO per domenica, ciao :)