Insalata di riso con pesche e verdure per Mystery Basket




21 luglio 2016

Ciao a tutti, eccomi qui, un po' a scartamento ridotto, come si dice, ma sono veramente un po' stanca, ho voglia di vacanze e ho ancora una saccata di esami da fare. Sopravvivrò e mi godrò il meritato riposo :)

Intanto pubblico la ricetta per la mia carissima PAOLA alla quale ho passato il Mystery Basket. Lei lo ha riempito di ottimi ingredienti che hanno stuzzicato i miei neuroni e la mia gola. Ecco la sua lista:

  1.  Pesche
  2.  Feta
  3.  Zucchine
  4.  Latte
  5.  Olive verdi
  6.  Peperoni
  7.  Pomodori a grappolo
  8.  Uova
  9.  Riso basmati
  10.  Farina di ceci

Sono riuscita ad usare tutti gli ingredienti tranne la farina di ceci, quindi ecco la mia ricetta!




 

INSALATA DI RISO BASMATI CON PESCHE E VERDURE

200 g di riso basmati
1 uovo
2 cucchiai di latte
80 g di feta
2 zucchine
1 peperone giallo
2 pomodori a grappolo
1 manciata di olive verdi denocciolate
1 pesca bianca
olio EVO
gomasio
1 limone
timo fresco

Pulite le zucchine, affettatele per il lungo e poi tagliatele a bastoncino. Mettetele a marinare con qualche cucchiaio d’olio, il gomasio e il succo del limone. Pulite il peperone, tagliatelo in falde e grigliatelo, poi spellatelo e riducetelo a dadini. Pelate i pomodori, puliteli internamente e tagliateli in dadolata, lasciandoli poi scolare in un colino. Pelate la pesca, affettatela e conditela con olio, gomasio e foglioline di timo, fatela un po’ insaporire, quindi grigliatela. Fate lessare il riso in acqua bollente salata, poi scolatelo, raffreddatelo sotto l’acqua corrente e conditelo con un filo d’olio. Sbattete l’uovo con il latte e mettetelo a cuocere con un filo d’olio, mescolando continuamente in modo da ottenere una crema morbida, poi unite al riso. Aggiungete anche i peperoni, i pomodori, le pesche, le zucchine con la loro marinata, la feta sbriciolata e le olive tagliate a rondelle. Se occorre, aggiungete ancora olio e gomasio, mescolate bene e servite.






Questo riso risulta fresco e molto profumato, l'uovo forma una cremina morbida e avvolgente e il tutto è estremamente stuzzicante :) 

La ricetta partecipa al MYSTERY BASKET inventato da LINDA e ospitato questo mese da PAOLA.
 



Ciao amici, ci risentiamo,  ancora non vado in vacanza!

Idea Menù e l'aperitivo in spiaggia!




13 luglio 2016

Buongiorno a tutti, cari amici, l'appuntamento di oggi di IDEA MENU' riguarda un aperitivo in spiaggia, ma anche sulle nostre terrazze alla luce di un bel tramonto estivo! Tante piccole idee sfiziose e appetitose.




Ecco allora cosa vi suggeriamo


Carla: rotolini piccanti di spatola   

Consu: involtini di melanzane grigliate con yogurt greco, menta e salmone affumicato

Linda: aperitivo alla pesca

Manuela: italian spring rolls - involtini primavera-estate all'italiana






ROTOLINI PICCANTI DI SPATOLA   

- 8 pezzi di spatola da 10 cm ciascuno
- 100 g di mollica fresca di pane o pane carré
- 1 cucchiaio di parmigiano
- 1 cucchiaio di pecorino
- 1 ciuffo abbondante di prezzemolo
- ½ bicchiere di latte
- 2 spicchi di aglio
- sale e pepe q.b.
- olio EVO
- tabasco
- pangrattato

Ammollate la mollica con un po' di latte e aggiungere tutti gli ingredienti con i due spicchi di aglio e il ciuffo di prezzemolo tritati, sale e pepe. Disponete un po’ di impasto su ogni pezzo di spatola, arrotolate e chiudete con uno stuzzicadenti. Passate nel pan grattato.
Mettete i rotolini in una teglia foderata di carta forno, spruzzate con qualche goccia di tabasco, bagnate con un filo d’olio e passate in forno a 180° per 20 minuti.





C'è ancora un altro appuntamento prima delle vacanze, vi aspettiamo il 27 luglio. Un abbraccio :)

Quanti modi di fare e rifare lo scarpazzone




10 luglio 2016

Buongiorno a tutti, le ragazze dei quanti e l'adorabile Cuochina oggi sono da DANIELA, in quel dell'Emilia, a preparare l'erbazzone o scarpazzone. Io sono stata sicuramente la più felice di tutte. Perché se andate a curiosare QUI, vedrete che anche in Liguria, nella parte confinante con l'Emilia e la Toscana, si fa un piatto simile e a me piace trovare che nel nostro paese ci sono radici e modi comuni, che superano le differenze regionali e ci accomunano nella nostra bella Italia!

La ricetta originale è QUI; io ho fatto qualche modifica, soprattutto, visto che Daniela diceva che la torta può essere preparata anche con il riso, ho usato un mix di cereali nel ripieno. Allora guardate sotto.




ERBAZZONE O SCARPAZZOUN ALLA REGGIANA

1 kg di bietole 
500 g di spinaci
2 cucchiai di pane grattato 
1 uovo
150 g fra riso, orzo e farro
3-4 cucchiai di parmigiano reggiano grattato
olio, sale
1 spicchio d'aglio
1 cipolla
qualche rametto di maggiorana fresca 

300 g di farina 0
olio, sale e acqua per impastare

Il ripieno
Dopo aver lessato bietole e spinaci, tritateli finemente. Lessate anche i cereali. A parte fate un soffritto con olio, aglio e cipolla tritati, e quando inizierà a colorire unite le erbette. Mescolate bene e lasciate insaporire per alcuni minuti, unite le foglie di maggiorana, poi togliete dal fuoco e aggiungete il pane grattato. Quando il composto si sarà  intiepidito, mescolate alle verdure anche uovo, parmigiano e cereali e regolate il sale.

La pasta
Impastate la farina con due o tre cucchiai  di olio, sale e l'acqua necessaria per avere una pasta morbida ed elastica. Lasciatela riposare per circa 2 ore avvolta nella pellicola, poi dividetela in due parti e con il matterello preparate due dischi.

Foderate uno stampo rotondo con il primo disco di pasta, stendete il ripieno e ricoprite con l'altro disco di pasta. Ungete leggermente la superficie con olio e infornate a 190° per 40 minuti circa.





Grazie cara Daniela, per averci accolto nella tua cucina e averci regalato questa squisita ricetta. Grazie anche alla Cuochina e a tutte le amiche di cordata!




Approfitto per augurare a tutti Buone Vacanze. La rubrica tornerà l'11 settembre e sarete qui da me a cucinare  lo stoccafisso in buridda! Vi aspetto :)

Sarde a scottadito




5 luglio 2016

Ciao a tutti, eccomi qui, non sono in vacanza, anzi sono presissima con gli esami, andrò via solo dopo ferragosto anche se partirei subito perché sono un po' cotta!

Vi dedico una ricettina veloce e saporita: visto che vi sono piaciute le acciughe del post precedente, oggi tocca alle sarde, ma potete cucinare così anche le alici.



SARDE A SCOTTADITO     

250 g di sarde pulite e spinate
1 manciata di erbe miste (timo, rosmarino, santoreggia)
300 g di sale grosso
olio EVO
pepe

Tritate le erbe nel mixer, quindi unite il sale e azionate ancora per una decina di minuti. Disponete il sale aromatizzato in una padella antiaderente formando uno strato alto un dito circa e fatelo scaldare sulla fiamma per alcuni minuti. Quando sarà caldo, disponetevi le sarde, coprite con un foglio di alluminio a fate cuocere per 3 minuti circa.  Trasferite le sarde nei piatti, condite con un giro d'olio e il pepe e servite.
Sono buone anche fredde.
 





A presto, buon proseguimento :)

L'ITALIA NEL PIATTO: piatti a base di pesce, crostacei e molluschi




 2 luglio 2016

Buongiorno a tutti, eccoci con L'ITALIA NEL PIATTO, ultimo appuntamento prima della pausa estiva.

Le ricette che vi proponiamo oggi prevedono l'uso di pesce di mare e d'acqua dolce, crostacei e molluschi.  






Ecco alcune proposte dalle nostre regioni.


Lombardia: risotto con le tinche 

Friuli Venezia Giulia: boreto alla gradese

Liguria: guazzetto di acciughe 

Il guazzetto di acciughe o  bagnun de ancioe  è un piatto tradizionale della cucina ligure e in particolare di Riva Trigoso, ripreso e reso famoso grazie alla Sagra che si svolge annualmente in questa località  della costa ligure.
Si tratta della cottura in padella di acciughe, messe "a bagno" in un intingolo di pomodoro fresco e aromi naturali e servito caldo spesso sulle gallette del marinaio. E' una preparazione semplice ma molto gustosa che si avvale di alcuni dei prodotti tipici della tavola marinara genovese.
Quest'anno  la sagra si svolgerà dal 17 al 19 luglio e QUI potete trovare tutte le indicazioni.


foto dal web



GUAZZETTO DI ACCIUGHE (bagnun de ancioe )

300 g di alici pulite e spinate
½ cipolla, 1 carotina, 1 spicchio d'aglio e prezzemolo q.b.
olio EVO
½ bicchiere di vino bianco secco (Bianchetta Ligure)
brodo di pesce
300 g di passata di pomodoro
sale
basilico fresco

Tritate la cipolla con la carota, l'aglio e il prezzemolo; fate rosolare con 2 cucchiai d'olio, sfumate con il vino e unite la passata. Dopo circa 20 minuti, allungate con 1 mestolino di brodo di pesce e fate andare ancora per 10-15 minuti.
Unite ora le acciughe e fate cuocere 10 minuti, mescolate delicatamente per non rompere i pesci, quindi regolate il sale, cospargete con il basilico tritato finemente e servite.





Buone vacanze, ci rivediamo a settembre!